Scale a Chiocciola ed Elicoidali - Agrigento - Caltanissetta - Palermo - Sicilia

La realizzazione di scale con ringhiere in ferro battuto è un'altra attività dove la Baio Antonino Infissi di Aragona in Provincia di Agrigento è leader nella progettazione e realizzazione.
Viene studiata insieme al cliente la soluzione più idonea per la sua necessità e unitamente ai tecnici viene realizzata la scala che esteticamente e funzionalmente risponde alle esigenze richieste.
Baio Antonino Infissi realizza scale in legno, vetro, ferro e ferro battuto a chiocciola, elicoidali, ad angolo e dritte per andare incontro ad ogni esigenza di spazio e di funzionalità.
Scala a chiocciola in ferro battuto

Scale per Interni ed Esterni in Ferro Battuto Artistico - Agrigento - Caltanissetta - Palermo - Sicilia

Baio Antonino Infissi di Aragona in Provincia di Agrigento è in grado di realizzare tantissimi modelli di scale per interni o esterni in vari materiali, dalle normali scale in ferro a quelle in legno e vetro e con ringhiere lavorate a mano in ferro battuto.
Baio Antonino Infissi troverà sempre la soluzione perfetta per le vostre esigenze e realizzerà la scala che avete sempre desiderato per la vostra abitazione grazie alla grandissima esperienza maturata durante tutta una vita di lavoro e grazie alla grande professionalità che da sempre ci contraddistingue e fa di noi vero punto di riferimento per tutti coloro che vogliono affidarsi ad un team di veri professionisti che garantiscono i propri lavori con garanzia scritta.
Scala a giorno

Le Scale in Ferro Battuto Artistico

Scale in ferro
Le scale in ferro sono elementi architettonici necessari per collegare ambienti posti a diverse altezze. L'ideazione di una scala è complessa perché da essa dipende quasi sempre l'organizzazione intera della costruzione. Molti progettisti partono proprio dalla scala per ristrutturare una casa o un edificio esistente. Alcune leggi si sono interessate dalla corretta progettazione delle scale, in particolare (n.13/1989 e i regolamenti di attuazione) quella sull'eliminazione delle barriere architettoniche.
La buona qualità di una scala dipende sempre dalla capacità progettuale del professionista che la disegna: è bene affidarsi a La Baio Antonino Infissi di Aragona in Provincia di Agrigento che ha dato prova di saper affrontare e fornire soluzioni adeguate al problema.
 
Le dimensioni di una scala
Una scala è formata dai gradini e dai pianerottoli. I primi sono composti da alzate e pedate, i secondi possono essere di riposo e di arrivo. Nel dettaglio:
- l'alzata, l'altezza del gradino, deve essere adatta ad essere superata senza alcuno sforzo da una persona di altezza media, da ciò si deduce che non esiste una misura unica;
- la pedata, la profondità della zona dove si poggia il piede, può valutarsi nella misura di 33 cm;
- la larghezza di una scala è direttamente proporzionale al numero di persone che dovrà ospitare contemporaneamente. Per un'abitazione è sufficiente anche una larghezza di 80 cm mentre per edifici pubblici si deve partire da un minimo 120 cm. Il nostro piede avverte una variazione nell'altezza dei gradini anche di un paio di millimetri, pertanto è importantissimo costruire le pedate perfettamente identiche e piane, diversamente diventano pericolose. Non bisogna eccedere nel numero dei gradini per ogni rampa: solo in casi eccezionali si possono superare i dieci, mentre è adeguato mantenersi attorno ai sette. Naturalmente un numero inferiore non crea nessun problema funzionale.
- I pianerottoli di riposo sono posti tra una rampa ed un'altra. Devono essere larghi come la rampa e profondi altrettanto. I pianerottoli di arrivo sono gli spazi che fronteggiano una porta alla fine di una scalinata. E' opportuno che essi siano liberi da gradini e preferibilmente anche più ampi dei pianerottoli di riposo intermedi.
 
Composizione delle rampe di scale
Le rampe di una scala devono essere sistemate in modo da averle una sull'altra per ogni piano onde evitare spreco inutile di spazio. La prima alzata della rampa che sale deve essere allineata con la seconda pedata della rampa che scende, nel caso di rampe di andata e ritorno, per evitare che la ringhiera si trovi alla fine a dover superare doppia altezza formando sul punto di arrivo del pianerottolo il cosiddetto "collo d'oca". La superficie dei gradini e dei pianerottoli deve essere antisdrucciolevole. Ciò non sempre è possibile se si desidera un rivestimento di una certa eleganza, facilmente pulibile, resistente all'usura.
 
Le scale nelle ristrutturazioni
Il problema della scala nei casi di ristrutturazione diviene importante in quanto alle caratteristiche dell'elemento architettonico in sé si aggiunge la funzione dell'opera. E' difatti utile approfittare di tali lavori per introdurre, se necessario e possibile, un rinforzo statico alla costruzione su cui si interviene. E quale può essere migliore consolidamento dell'inserimento tra i piani di strutture inclinate? Allora le rampe di una scala diventano irrigidimenti dell'edificio, specie se in zona sismica e posizionate in spazi centrali. Non si deve abbandonare l'idea di poter collegare i vari livelli sfalsati con una sola rampa in maniera organica e funzionale. I gradini, in questo caso, diventano spazi ben più vivibili ed utilizzati.
  • null

  • null

  • null

  • null

  • null

  • null

  • null

  • null

  • null

  • null

Share by: